Distesa di papaveri nell'estate salentina

Distesa di papaveri nell'estate salentina
fotografia di Simone Massafra

giovedì 27 ottobre 2011

Per il prossimo Premier, non lasciamoci guidare dalle passioni.


Le risatine sarcastiche e ben assestate di Merkel e Sarkozy iniziano a dare i frutti sperati.
Oggi anche il Times fornisce ricette per il benessere dell'Italia e chiede le dimissioni di Berlusconi. 
Ma a quale titolo?
Sottolineo ancora una volta che sono estremamente delusa dalla gestione politica di questo Governo ma come cittadini italiani dobbiamo essere lucidi nel chiedere delle alternative concrete.
Oggi il PD quale proposta governativa ci offrirebbe?
Le dimissioni di Berlusconi non sono la soluzione per superare questa crisi che ha investito l'Europa tutta.


Siamo un popolo di passionari, per una volta, cerchiamo di essere lucidi nel decidere il futuro del nostro Paese.


Non chiediamo solo che Berlusconi se ne vada, esigiamo invece programmi ed idee che non si fondino sull'anti-berlusconismo.


Non regaliamo l'Italia a chi oggi ci sembra l'antitesi del Premier, ma votiamo chi potrà rappresentarla e servirla degnamente.

4 commenti:

  1. L'alternativa la dovete trovare nel centro-destra. Berlusconi non può più stare al governo per un motivo molto semplice: Ha troppi conflitti di interesse. Non possiamo farci guidare da uno che pensa solo al suo tornaconto personale. Nel resto d'Europa investono risorse nella banda larga, mentre in Italia il "televisionista" pensa a "distruggere" il suo avversario che ruba pubblicità, ovvero il web.

    RispondiElimina
  2. Giovanni Cassano28 ottobre 2011 07:14

    Giovanni Cassano Programmi ed idee???? io non voglio ne programmi ne idee ... pretendo un progetto che coinvolga tutti in Italia, in Europa ... altrimenti domani avremo di nuovo un problema da risolvere ...

    RispondiElimina
  3. ‎...amica mia, il vero problema non è costituito da Berlusconi ma dagli Italiani...dai "nostri simili,ipocriti fratelli"....

    RispondiElimina
  4. Già la proposta del movimento cinque stelle di una democrazia partecipata in cui non esiste un rappresentante,ma un portavoce e il programma lo fanno direttamente i cittadini è un'alternativa... a già dimenticavo, gli italiani hanno bisogni di essere governati per forza da qualcuno...

    RispondiElimina